Asolo-en

Salendo ad Asolo ci si trova immersi in un’atmosfera magica, dominata da una natura rigogliosa che suggerisce ritmi
lenti e piacevoli. Sede dei Veneti e importante municipio romano, la città conserva preziose testimonianze del
Medioevo e del Rinascimento, come della forte influenza veneziana. Da sempre meta di un turismo attento, il borgo
appare oggi in tutta la discreta eleganza che ha affascinato celebri letterati e artisti, da Pietro Bembo, che vi ha scritto
“Gli Asolani”, a Robert Browning, autore di “Asolando”, da Ernest Hemingway a Gian Francesco Malipiero, dalla
Divina Eleonora Duse fino alla viaggiatrice e scrittrice inglese Freya Stark.L’arte e la storia della città sono parte dell’atmosfera che si respira lungo le vie, tra i portici e i palazzi, così come
negli spazi del Museo, anima dei beni culturali asolani, e dalla Rocca medievale, simbolo della città, luogo ideale per
scegliere uno dei cento orizzonti attribuiti ad Asolo da Giosuè Carducci. Passeggiando, o meglioasolando nel centro
storico, il piacere della cultura richiama il gusto della buona tavola, vivo nelle vecchie osterie e nei caffè, dove assaporare
le straordinarie produzioni tipiche.

Parte di percorsi importanti come il circuito delle Città del Vino, in omaggio alla produzione doc “Montello e Colli
Asolani”, e il progetto Esagono, che la coinvolge assieme a Bassano, Marostica, Cittadella, Castelfranco Veneto e
Possagno nella promozione di un territorio di straordinario valore ambientale e artistico, Asolo è al centro di una rete
di itinerari storici e naturalistici, da percorrere a piedi o in bicicletta, adatti anche all’equitazione e al trekking, dove si
gode sempre di uno scenario ineguagliabile che si apre sulla fascia Pedemontana

http://www.casapagnano.com/italiano/images/foto02-sez-asolo.jpg

DA VISITARE

Museo Civico
Intimamente connesso agli spazi aperti della città, il Museo ospita un’ampia sezione archeologica, la Pinacoteca, il
Tesoro della Cattedrale e uno spazio dedicato agli illustri personaggi asolani, dalla Regina Caterina Cornaro, alla
viaggiatrice e scrittrice inglese Freya Stark, fino ad Eleonora Duse che qui ha soggiornato e ha voluto essere sepolta.
Apertura: sabato e domenica ore 10-12 / 15-19 – Tel. 0423/952313

La Rocca
Affacciata sul centro storico, la Rocca medievale domina la città dalla vetta
del Monte Ricco, luogo ideale per godere di uno scenario ineguagliabile
che si apre sull’intera fascia Pedemontana.
Apertura: domenica – aprile/ottobre, ore 10-19
(luglio e agosto chiuso dalle 12 alle 15) novembre/marzo, ore 10-17

Il Castello di Caterina Cornaro
Antica reggia di Caterina Cornaro, Regina di Cipro e Signora di Asolo, l’antica costruzione, che offre una splendida vista del
centro storico, ospita oggi il Teatro dedicato ad Eleonora Duse.

Acquedotto romano La Bot
Preziosissima testimonianza dell’antichità romana connessa alle terme, La Bot è giunta a noi quasi integra.
Ancora funzionante, alimenta infatti anche la Fontana Maggiore, è visitabile nel tratto iniziale con accesso in Piazza Brugnoli.

Informazioni
IAT Ufficio di Informazione ed Assistenza Turistica
Piazza Garibaldi, 73 – Asolo – Tel. 0423/529046
www.asolo.itiat.asolo@provincia.treviso.it